Cronofobia

Titolo originale: Cronofobia

Genere: dramma

Versione: italiano

Sottotili: inglese, francese

Anno, durata: 2018, 93 minuti

Regia: Francesco Rizzi

Sceneggiatura: Daniela Gambaro, Francesco Rizzi

Formato: DCP 2K

Colore: colore

Formato immagine: 1:2.39 scope

Produzione: Imagofilm Lugano

In coproduzione con: RSI Radiotelevisione svizzera

Con il sostegno di: UFC Berna, DECS Repubblica e Cantone Ticino, Suissimage, Ticino Film Commission, Fondazione Schaub

Distribuzione: Svizzera: Cineworx Basilea

Diritti: Imagofilm Lugano

SUISA: 901'672

ISAN: 0000-0004-6603-0000-L-0000-0000-B

Sinossi breve

Un uomo misterioso e solitario, in costante movimento, che ha deciso di non essere più sé stesso. Una giovane vedova dal carattere ribelle, che rifiuta di intraprendere il complicato percorso del lutto. Due differenti tipi di solitudine che cercano di sopravvivere ad un immenso vuoto. Un dramma sulla sospensione dell’identità che è anche la poetica, appassionante cronaca di un amore impossibile.

LOGLINE
Michael Suter is a lonely guy, constantly in motion, escaping his true self. During the day, he travels through Switzerland, creating new identities and incognito evaluating the quality of customer service in shops and hotel rooms, while at night, he is secretly observing the life of another lonely person: Anna, a widow struggling with complicated grief. But this fragile balance is soon destroyed, when Anna finds out about Suter’s dark secret.
 

Sinossi

Michael Suter è un uomo misterioso e solitario, in fuga da sé stesso. Durante il giorno, viaggia attraverso la Svizzera a bordo di un anonimo furgone, che nasconde un mini-appartamento tecnologico e funzionale. Il suo lavoro è valutare in incognito la qualità del servizio al cliente in supermercati e alberghi di lusso. Per fare questo, Suter crea continuamente nuove identità, impersonando diverse tipologie di cliente e seguendo scenari concordati con la committenza.
La notte, osserva di nascosto la vita di Anna, una giovane vedova dal carattere ribelle, che rifiuta di intraprendere il complicato percorso del lutto.
Dopo che la donna ha scoperto l'ossessione dell'uomo per lei, i contatti fra i due si intensificano dando origine a una strana relazione: i loro incontri sono fatti di poche parole e piccole attenzioni, come fra due estranei che si riconoscessero istintivamente.
Ma questo fragile equilibrio è presto distrutto, nel momento in cui Anna scopre l'oscuro passato di Suter: l'uomo ha infatti avuto un ruolo significativo nell'episodio che ha spinto il marito di lei a togliersi la vita.
Alla fine, Suter dovrà sacrificare i suoi sentimenti per trovare sé stesso.

Collaboratori

Regia: Francesco Rizzi

Sceneggiatura: Daniela Gambaro, Francesco Rizzi

Con: Vinicio Marchioni, Sabine Timoteo, Leonardo Nigro, Giorgia Salari, Alberto Ruano, Kaspar Weiss, Adele Raes, Jean-Pierre Gos, Monica Budde, Joachim Aeschlimann, Carla Cassola, Jun Ichikawa, Andrea Bruschi, Nils Habermacher, Jasmin Mattei, Maruska Manea, Lorenzo Pedrotti

Direttore della fotografia: Simon Guy Faessler

Montaggio: Giuseppe Trepiccione

Suono: Patrick Becker

Montaggio suono e mix: Riccardo Studer

Musica: Zeno Gabaglio

Scenografia: Georg Bringolf

Costumi: Laura Pennisi

Trucco: Martine Felber

Produzione: Imagofilm Lugano

In coproduzione con: RSI Radiotelevisione svizzera

Produttori: Villi Hermann, Michela Pini

Dossier stampa

Scarica il dossier stampa

Foto e video

8 foto 0 video